tatarana

Forum Replies Created

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 30 totali)
  • Posts
    • in reply to: Alegria
    tatarana
    Partecipante

    Tatarana talvolta provoca. Ha scatto rapido di lucertola e mira infallibile

    • in reply to: Alegria
    tatarana
    Partecipante

    A disposizione, guapa.

    IL maggior investimento della sua storia. (Ovvero, la sua morte annunciata)

    Niente di nuovo. Non parlo di politica. Solo del denaro che è il padrone del mondo. E il denaro non ha religione, né credo, né ideologia.

    Capo Verde riceverà il più grande investimento privato della sua storia. Saranno 1,5 bilioni di euro (con la B di burros – “somari” n.d.t.) che Profi le Group, società immobiliare con sede a Dubai, prevede di investire nell’arco di 15 anni, in settori come turismo, industria, energia, aviazione civile, trasporti marittimi, banche, costruzioni civili, nuove tecnologie e salute. Tanto per iniziare, il gruppo ha creato la ZKS-Investimentos SA, che nel prossimo gennaio inizierà a costruire a Sao Vicente il Cesària Resort, progetto turistico/immobiliare del valore di 400 mil. di euro.

    Quanto avrà guadagnato la signora scalza per infangare il suo nome e la sua storia?

    Dopo il Cesària Jewel of Atlantic, il gruppo ha deciso di estendere gli investimenti in tutto l’arcipelago per un ammontare complessivo, appunto, di 1,5 bilioni di euro. Io mi chiedo, chi sono costoro? Che cosa hanno fatto per Capo Verde? Dove sono le loro opere? Il pescatore del pontile di S. Maria li conosce?

    Tuttora non è stato chiarito quali progetti concreti verranno finanziati con questo mega-investimento. Però già si sa che l’interesse degli imprenditori di Dubai si concentra, oltre che sul turismo, sui settori sopra citati. Come no! Ci mancherebbe, lo stesso che in Spagna. Cito solo un caso, Marbella. Dio! Che quantità di strutture educative, ospedali e industrie hanno creato. Sono una magnifica scuola. Una scuola di manodopera oppressa e sfruttata. Correndo come allocchi dietro al colore dei soldi. Soldi facili, pane per oggi, fame per domani.

    Rendiamo grazie ad Allah (sia detto senza offesa), per i magnifici campi da golf, i casinò, gli aeroporti, gli Yacht da 1 milione di dollari, del resto così necessari per lo sviluppo del Paese… Dio, Allah, Maometto: cosa faremmo senza di voi! Continuiamo a schiavizzare sotto il giogo del Signor Denaro quel poco di vergine, naturale, autentico, l’ultima frontiera….

    Un concordato di “intenti” in questo senso, è stato firmato il 12 aprile scorso a Praia, tra il ministro capoverdiano dell’economia Pereira Silva e il direttore di Profi le Group, Mohamed Hanif Khoda, con una cerimonia nella quale si è ufficializzata anche la creazione di una società per lo sviluppo di Sao Vicente e Santo Antao, di cui ZKM –Investimentos sarà futura azionista.

    – “La cooperazione tra Profi le Group e il governo di Capo Verde sarà definita in tutti i dettagli”, ha dichiarato alla stampa Hanif Khoda, che si è detto impressionato dall’arcipelago. “Capo Verde è una notevole meta turistica e questo rientra nei nostri interessi. E faremo di tutto affinché in questo Paese il turismo si sviluppi sempre di più” ha aggiunto il direttore di Profi, holding di ZKM-Investimentos, società con sede a Mindelo che edificherà Il Cesària Resort Jewel of Atlantic.

    Questo imponente piano turistico/immobiliare, che segna l’inizio dell’attività del gruppo a Capo Verde, è stato elaborato da architetti australiani, notoriamente i più grandi conoscitori delle necessità, del territorio e dello sviluppo del Paese (gli architetti di casa non si intendono di queste materie), e sarà realizzato nella zona di Palha Carga, sul litorale Sud-Est dell’isola di Sao Vicente. Inizialmente l’investimento previsto era di 125 mln. di euro, che poi stato ampliato a 400 milioni. Tutto ciò per creare infrastrutture e abitazioni per i lavoratori capoverdiani e così creare opportunità e arrestare la piaga dell’emigrazione. O… Cosa pensavate? … Maliziosi!

    Il Cesària Resort andrà ad occupare un’area di 1.850.000 mq, dei quali 260.000 saranno edificati, e prevede un hotel a 5 stelle con circa 250 camere, un campo da golf a 18 buche (che evidentemente richiederanno acqua potabile) e un marina con beach club. Avrà inoltre un complesso residenziale di standard elevato con 1000 appartamenti (tre persone per appartamento = tremila persone che defecano e consumano acqua) centro commerciale, club di tennis e campo di calcio, e altro… Gli investitori si impegnano a realizzare la necessaria viabilità, gli approvvigionamenti idrici d’energia per … quelli che pagano… come sempre!… gli altri a cagare sulla spiaggia.

    Io mi chiedo:
    Ø Dove sono finiti oggi costoro a Marbella?
    Ø Che benessere hanno portato a Marbella?
    Ø Che educazione e rispetto hanno portato a Marbella?
    Ø Dove sono finiti i petro-dollari?
    Ø Che sviluppo hanno dato al popolo?
    Ø E dove andrà a parare davvero un tale investimento di denaro?
    Ø Può essere a favore e a beneficio di pochi?
    Ø E Giovanni Paolo (forse Benedetto – n.d.t.) che dice?
    Niente, come sempre. Io sto al caldo e gli altri se la ridano.

    Per questo, e per molte altre cose, permettetemi una riflessione:
    Vadano a ca..!

    José Ramón

    tatarana
    Partecipante

    Scriveva in quanto giornalista o in quanto donna?

    tatarana
    Partecipante

    L’articolo l’ha scritto una donna?

    tatarana
    Partecipante

    Ma, povere anime: è Panorama!

    tatarana
    Partecipante

    Assicuro, buon numero di giornaliste ha potuto constatare di persona ciò di cui trattasi su isole turistiche. L’autrice dell’articolo disponeva di fonti qualificate.

    • in reply to: Alegria
    tatarana
    Partecipante

    Tanto per farsi due risate, con l’aiuto del forum spagnolo.

    La mayor inversión de su historia. (O lo que es lo mismo, su muerte anunciada)

    Claudicación al capital.

    Nada nuevo. Y no hablo de política. Solo de dinero que es el amo del Mundo. Y el dinero no tiene religión, ni credo, ni ideología.

    Cabo Verde va a recibir la mayor inversión privada jamás vista en las islas. Serán 1,5 billones de euros (con “B” de burros) que Profi le Group, sociedad inmobiliaria con sede en Dubai, prevé invertir, en un plazo de 15 años, en sectores como turismo, energía, industria, aviación civil, transportes marítimos, banca, construcción civil, nuevas tecnologías y salud.
    Para ir abriendo boca, el grupo creó ZKM-Investimentos SA, empresa que va a comenzar a construir, en enero del próximo año, en São Vicente, el Cesária Resort, proyecto turístico/inmobiliario valorado en 400 millones de euros.

    ¿Cuánto ha cobrado la señora descalza por la mancillación de su nombre y de su historia?

    Profi le Group, sociedad inmobiliaria con sede en Dubai (Emiratos Árabes Unidos) y sucursales en Reino Unido, España e India, (o sea los mayores ladrones del mundo) decidió aumentar sus inversiones en Cabo Verde.
    Después de crear ZKM- Investimentos,(esto pa tí, esto pa mí), que va a construir el “Cesária Resort Jewel of Atlantic”, en São Vicente, el grupo decidió extender sus proyectos a todo el archipiélago, llegando, ahora, una propuesta de inversión de 1,5 billones de euros para los próximos 15 años, representando la mayor inversión privada en la historia de Cabo Verde, mayor que la fortuna del propietario de Sonae, Belmiro de Azevedo (1,2 billones), y cinco veces superior a la propuesto de David Chow, que fue de 300 millones de dólares.
    Y yo me pregunto… ¿Quien son esos, ¿Que han hecho por C.V.?; donde están sus obras, ¿El pescador del Pontón de Santa María les conoce?

    Aún no han sido revelados los proyectos concretos que se beneficiarán de esta mega inversión (para qué, lo más importante es que ya se firmó el derecho de pernada).
    Pero ya se sabe que el interés de los empresarios de Dubai se centra, además de en el turismo, en los sectores de industria, energía, aviación civil, transportes marítimos, gestión de puertos y aeropuertos, salud, construcción civil, banca, franchising, juegos y casinos, nuevas tecnologías y comunicaciónes.
    Por supuesto; faltaría más. Igualito que en España. Me remito a las pruebas: Marbella.
    ¡Dios!, que cantidad de colegios, Hospitales e Industria han creado. Son una magnífica escuela. Una escuela de mano de obra oprimida, pisoteada. Corriendo como borregos al color del dinero. Dinero fácil, pan para hoy, hambre para mañana.

    Demos gracias a Alá (sin animo de ofender) por los magníficos campos de golf, los casinos, campos de aviación, puertos de yates de 1 Millón de Dólares, por otra parte totalmente necesarios para el desarrollo del País… Dios, Alá, Mahoma… ¡que haríamos sin vosotros!
    Sigamos esclavizando bajo el peso y el yugo de Don dinero lo poco virgen y natural, lo autentico, la última frontera…

    El acuerdo de “intenciones” en este sentido fue firmado el pasado 12 de abril en Praia, entre el ministro caboverdiano de Economía, João Pereira Silva, y el director de Profi le Group, Mohamed Hanif Khoda, en una “ceremonia” que sirvió también para que el gobierno caboverdiano y la empresa árabe oficializasen la creación de una Sociedad de Desarrollo de São Vicente y Santo Antão, teniendo a ZKM- Investimentos como futura accionista.

    -La cooperación entre Profi le Group y el gobierno de Cabo Verde va a ser delineada con todos los detalles”, afirmó a la prensa Hanif Khoda, quien se mostró impresionado con este archipiélago. “Cabo Verde es un gran destino turístico y esto nos “interesa bastante”. Y vamos a hacer todo para que este país sea cada vez más grande como destino turístico-, subrayó el director de Profi, holding de ZKM-Investimentos, empresa localizada en Mindelo y que va a construir, a partir de enero del próximo año, el “Cesária Resort Jewel of Atlantic”.

    Cesárea, en tu nombre no. Por favor.

    Este gran emprendimiento turístico/inmobiliario, que marca el inicio de las actividades de aquel grupo en Cabo Verde, fue elaborado por arquitectos australianos, por supuesto los mejores conocedores de las necesidades, orografía y desarrollo del País,(Los arquitectos de casa no entienden de estas cosas) y será edificado en la zona de Palha Carga, en el litoral sureste de la isla de São Vicente.
    La infraestructura fue presupuestada, inicialmente, en 125 millones de euros, pero Profi le Group decidió ampliar el proyecto, elevando sus costes a 400 millones de euros.
    Ese aumento de presupuesto es para crear infraestructuras y viviendas dignas y necesarias para los empleados caboverdianos, y de esta manera desarrollar oportunidades en el País y tratar de paliar el “negro” peregrinar de los emigrantes. O… ¿Qué pensabais?… malos malosos.

    El “Cesária Resort” va a ocupar un área de intervención de 1.850.000 metros cuadrados, de los cuales 260.000 metros cuadrados serán edificados, y contempla un hotel de cinco estrellas con cerca de 250 habitaciones, un campo de golf de 18 hoyos, para lo que se pensará antes que nada en las necesidades de agua potable para el pueblo y en una marina con beach club. Tendrá además un complejo residencial de alto standing con 1.000 apartamentos (tres personas por apartamento; tres mil personas defecando y disfrutando de agua) centro comercial, club de tenis y campo de fútbol, entre otras instalaciones. Los promotores se “responsabilizarán” además de construir las necesarias vías de acceso, agua y energía para… los que pagan… ¡como siempre!… los demás a defecar a la playa.

    Y yo pregunto:
    ¿Donde están hoy en Marbella?
    ¿Qué han aportado al bienestar de Marbella?
    ¿Qué educación y respeto han aportado a Marbella?
    ¿Dónde están los petrodólares?
    ¿Qué desarrollo han dado al pueblo?
    ¿En donde se ve reflejado realmente tanta inversión de dinero?
    ¿Puede ser que en el uso y disfrute de unos pocos?
    Y “Juan pueblo” ¿Qué dice?

    Nada… como siempre, ande yo caliente y ríase la gente.

    Por esto, y por muchas cosas más, permitidme un pensamiento:

    ¡La cagamos!

    José Ramón

    tatarana
    Partecipante

    Ullallà, Mr Fotografia Reflex, che markettona!

    tatarana
    Partecipante

    Fa tenerezza vedere quanti se ne è ispirati, anche a distanza di tempo. Un saluto ed un augurio al grande Ivan.

    tatarana
    Partecipante

    Due cose.
    Mi pare di avere capito che Capo Verde è composto da 10 (10) isole; 9 (9) abitate. Su ognuna c’è un pontile e una lunga spiaggia. Molti villaggi turistici gestiti da italiani. Il compito di importunare i turisti per vendere collanine è affidato ai senegalesi.

    Invece, in mancanza di altre risorse, il compito di fare girare l’economia è affidato perlopiù ai giovanotti e (molto meno) alle ragazzuole, che con la cattura delle straniere (i), creano una notevole fidelizzazione al paese ed una bella redistribuzione delle entrate che altrimenti andrebbero in maggioranza sempre nelle tasche degli investitori esteri. Economia creativa.

    tatarana
    Partecipante

    [/quote]

    Tra l’altro, giustamente non puoi saperlo, ma ho viaggiato molto e tanti posti di turismo “normale” (quindi non sessuale come Caraibi, Brasile Thailandia ecc..dove francamente non ci sono andato e non ci tengo nemmeno ad andarci)già li ho visti…quindi per questo mi è venuta l’idea di Capo Verde, tutto qui…

    Dunque cerchi un posto di turismo anormale, senza gente da conoscere, i soliti luoghi comuni sulla bellezza dei paesaggi, niente vento, il mare calmo, più di due discoteche, nessuna negra o similare a noleggio, e low cost. Non è facile, adesso mi informo su altri forum e poi ti faccio sapere.

    [/quote]

    tatarana
    Partecipante

    Da quello che si evice chiaramente da ciò che scrivi è meglio se vai da un’altra parte. Per te, ma soprattutto per loro.

    tatarana
    Partecipante

    citazione:


    non ti scaldare troppo sei ti dispiace cosi tanto non abitare a cabo verde. SAI bisogna essere BENESTANTI per poter abitare qua in questo pariso incantato.IO SONO RESIDENTE DA 9 ANNI CARISSIMA ABBASSA LA CRESTA!


    Voglio andare anch’io a Sal, c’è gran bella gente.

    • in reply to: AIUTO!!!
    tatarana
    Partecipante

    citazione:


    Brutta testa a marmitta…felix,il dire alla prossima era solo un modo educato per congedarmi da questo forum di amici dei negri .Non ci sarà una prossima volta ,perchè spero che quell’accozzaglia di isole di merda sprofondi nell’oceano con tutte quelle persone che credono di trovare il paradiso all’estero quando invece ce l’hanno sotto casa .Addio froci .



    Calderoli, Calderoli, ti scongiuro, intervieni. Digli tu qualcosa di saggio.

    tatarana
    Partecipante

    Sono entrato in questo forum e ho letto un po’ dappertutto di gente che vuole lasciare l’Italia e trasferirsi a Capo Verde per aprire non si sa bene quale attività. Mi chiedo, ma com’è possibile? Che cosa sta succedendo? Qui c’è uno che appare quasi tutti i giorni in tv, molto elegante, con un sacco di capelli, statura 1m e 71 senza tacchi, galante con le signore, spiritosissimo, credente e praticante, gran lavoratore, probo contribuente, ottimo padre, noto benefattore, che ci informa su quanto la nostra situazione sia buona, nonostante le difficoltà. Le ragazze sono carine e ben vestite, le auto sono nuove, i cellulari uno per familiare, al Billionaire fanno la fila, i cantieri sono aperti, etc., etc.. Ora, o quelli che vogliono andarsene lo fanno per trasferire capitali all’estero, ed è legittimo e si è sempre fatto, oppure vogliono farci credere che questo è un paese allo sbando, dove è difficile campare. Tipico disfattismo all’italiana, di chi non sa apprezzare quello che ha: perché all’estero mi risulta che ancora ci vedano come la terra dell’allegria, della dolce vita, delle serenate al chiar di luna; abbiamo il 60% del patrimonio artistico, la cucina migliore, le spiagge più incantevoli, le montagne più spettacolari, la Ferrari, gli stilisti, il festival… Vergognatevi!

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 30 totali)