imported_katala

Forum Replies Created

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 218 totali)
  • Posts
    imported_katala
    Partecipante

    Quante nostre amiche sono andate in vacanza in qualche meta turistica africana o esotica in genere, si sono prese una tranvata pazzesca e pianificano il modo di portare avanti la loro storia d’amore a distanza?

    Vorrei scrivere per dare un contributo a chi ormai non sa più cosa dire a queste donne.
    Vorrei parlare a chi a queste donne ci tiene e vuole veramente aiutarle.

    So già che questo argomento sarà una manna per persone frustrate e arrabbiate che non risparmieranno battute sul big bamboo, sul fatto che sono tutte cesse troie insoddisfatte ecc….

    Non mi interessa. Quanto sto per scrivere è solo un piccolo contributo per aiutare queste donne confuse e i loro amici.

    “Qualunque donna abbia un minimo di sindrome della crocerossina…”io ti salverò”……deve essere consapevole che in queste situazioni espone la propria vulnerabilità all’ennesima potenza.
    Deve essere consapevole che la quantità di stress di un eventuale tentativo è più che enorme. Non è escluso che si arrivi al punto di mettere in gioco tutto ciò che si ha e che si conosce.
    E’ qualcosa che può arrivare a logorare al limite.
    L’investimento da fare è questo sopra descritto. E’ così e basta. Non esistono colpi di culo o scorciatoie.
    E’ un impegno quasi più gravoso di un matrimonio perchè a un certo punto si avrà la vita di costui nelle proprie mani. Ci se ne renderà responsabili e si non potrà tornare indietro. E’ praticamante impossibile fare delle prove.
    E’ così e basta.

    Prima di imbarcarsi in un IMPEGNO del genere bisogna essere molto realiste ed oneste con se stesse.

    Questi uomini sono straordinariamente affascinanti, diversi, meravigliosi, simpatici, intelligenti.

    Sembrano forme create appositamente per riempire il calco dei vuoti emotivi di tantissime donne occidentali.

    Ma non sono lì per realizzare i nostri sogni.
    Pur essendo brave persone portano con sè il disagio e la disperazione della lotta per la sopravvivenza.

    E a volte sono assolutamente ammirevoli per la forza spirituale con cui continuano a sorridere.
    Possono anche essere meravigliosi maestri di vita.

    Possono essere anche molto diversi da come ce li siamo immaginati durante l’ubriacatura iniziale.

    Coinvolgersi con uno di loro significa imprescindibilmente gestire la richiesta di condividere l’enormità del peso che devono portare che a volte non è solo il loro ma quello dell’intera loro famiglia.

    E non è qualcosa con cui ti rompe le palle ogni tanto. E’ la sua priorità assoluta. Perciò è presente in ogni momento.

    E’ più importante di te. Sempre.

    E’ un gioco da persone adulte, adulte adulte. E’ l’Africa.

    In qualunque modo abbia a che fare con i nostri sogni adolescenziali non può durare. E il conto da pagare sarà altissimo.

    Libere di scegliere se provarci o no.
    L’importante è sapere a cosa si va incontro.

    L’importante è sapere che non è un’ avventura, un sogno..o un gioco……e se per caso lo abbiamo pensato, occorre essere abbastanza oneste da ammmetterlo con noi stesse.”

    imported_katala
    Partecipante

    Quante nostre amiche sono andate in vacanza in qualche meta turistica africana o esotica in genere, si sono prese una tranvata pazzesca e pianificano il modo di portare avanti la loro storia d’amore a distanza?

    Vorrei scrivere per dare un contributo a chi ormai non sa più cosa dire a queste donne.
    Vorrei parlare a chi a queste donne ci tiene e vuole veramente aiutarle.

    So già che questo argomento sarà una manna per persone frustrate e arrabbiate che non risparmieranno battute sul big bamboo, sul fatto che sono tutte cesse troie insoddisfatte ecc….

    Non mi interessa. Quanto sto per scrivere è solo un piccolo contributo per aiutare queste donne confuse e i loro amici.

    “Qualunque donna abbia un minimo di sindrome della crocerossina…”io ti salverò”…..deve essere consapevole che in queste situazioni espone la propria vulnerabilità all’ennesima potenza.
    Deve essere consapevole che la quantità di stress di un eventuale tentativo è più che enorme. Non è escluso che si arrivi al punto di mettere in gioco tutto ciò che si ha e che si conosce.
    E’ qualcosa che può arrivare a logorare al limite.
    L’investimento da fare è questo sopra descritto. E’ così e basta. Non esistono colpi di culo o scorciatoie.
    E’ un impegno quasi più gravoso di un matrimonio perchè a un certo punto si avrà la vita di costui nelle proprie mani. Ci se ne renderà responsabili e si non potrà tornare indietro. E’ praticamente impossibile fare delle prove.
    E’ così e basta.

    Prima di imbarcarsi in un IMPEGNO del genere bisogna essere molto realiste ed oneste con se stesse.

    Questi uomini sono straordinariamente affascinanti, diversi, meravigliosi, simpatici, intelligenti.

    Sembrano forme create appositamente per riempire il calco dei vuoti emotivi di tantissime donne occidentali.

    Ma non sono lì per realizzare i nostri sogni.
    Pur essendo brave persone portano con sè il disagio e la disperazione della lotta per la sopravvivenza.

    E a volte sono assolutamente ammirevoli per la forza spirituale con cui continuano a sorridere.
    Possono anche essere meravigliosi maestri di vita.

    Possono essere anche molto diversi da come ce li siamo immaginati durante l’ubriacatura iniziale.

    Coinvolgersi con uno di loro significa imprescindibilmente gestire la richiesta di condividere l’enormità del peso che devono portare che a volte non è solo il loro ma quello dell’intera loro famiglia.

    E non è qualcosa con cui ti rompe le palle ogni tanto. E’ la sua priorità assoluta. Perciò è presente in ogni momento.

    E’ più importante di te. Sempre.

    E’ un gioco da persone adulte, adulte adulte. E’ l’Africa.

    In qualunque modo abbia a che fare con i nostri sogni adolescenziali non può durare. E il conto da pagare sarà altissimo.

    Libere di scegliere se provarci o no.
    L’importante è sapere a cosa si va incontro.

    L’importante è sapere che non è un’ avventura, un sogno..o un gioco……e se per caso lo abbiamo pensato, occorre essere abbastanza oneste da ammmetterlo con noi stesse.”

    imported_katala
    Partecipante

    Quante nostre amiche sono andate in vacanza in qualche meta turistica africana o esotica in genere, si sono prese una tranvata pazzesca e pianificano il modo di portare avanti la loro storia d’amore a distanza?

    Vorrei scrivere per dare un contributo a chi ormai non sa più cosa dire a queste donne.
    Vorrei parlare a chi a queste donne ci tiene e vuole veramente aiutarle.

    So già che questo argomento sarà una manna per persone frustrate e arrabbiate che non risparmieranno battute sul big bamboo, sul fatto che sono tutte cesse troie insoddisfatte ecc….

    Non mi interessa. Quanto sto per scrivere è solo un piccolo contributo per aiutare queste donne confuse e i loro amici.

    “Qualunque donna abbia un minimo di sindrome della crocerossina…”io ti salverò”……deve essere consapevole che in queste situazioni espone la propria vulnerabilità all’ennesima potenza.
    Deve essere consapevole che la quantità di stress di un eventuale tentativo è più che enorme. Non è escluso che si arrivi al punto di mettere in gioco tutto ciò che si ha e che si conosce.
    E’ qualcosa che può arrivare a logorare al limite.
    L’investimento da fare è questo sopra descritto. E’ così e basta. Non esistono colpi di culo o scorciatoie.
    E’ un impegno quasi più gravoso di un matrimonio perchè a un certo punto si avrà la vita di costui nelle proprie mani. Ci se ne renderà responsabili e si non potrà tornare indietro. E’ praticamante impossibile fare delle prove.
    E’ così e basta.

    Prima di imbarcarsi in un IMPEGNO del genere bisogna essere molto realiste ed oneste con se stesse.

    Questi uomini sono straordinariamente affascinanti, diversi, meravigliosi, simpatici, intelligenti.

    Sembrano forme create appositamente per riempire il calco dei vuoti emotivi di tantissime donne occidentali.

    Ma non sono lì per realizzare i nostri sogni.
    Pur essendo brave persone portano con sè il disagio e la disperazione della lotta per la sopravvivenza.

    E a volte sono assolutamente ammirevoli per la forza spirituale con cui continuano a sorridere.
    Possono anche essere meravigliosi maestri di vita.

    Possono essere anche molto diversi da come ce li siamo immaginati durante l’ubriacatura iniziale.

    Coinvolgersi con uno di loro significa imprescindibilmente gestire la richiesta di condividere l’enormità del peso che devono portare che a volte non è solo il loro ma quello dell’intera loro famiglia.

    E non è qualcosa con cui ti rompe le palle ogni tanto. E’ la sua priorità assoluta. Perciò è presente in ogni momento.

    E’ più importante di te. Sempre.

    E’ un gioco da persone adulte, adulte adulte. E’ l’Africa.

    In qualunque modo abbia a che fare con i nostri sogni adolescenziali non può durare. E il conto da pagare sarà altissimo.

    Libere di scegliere se provarci o no.
    L’importante è sapere a cosa si va incontro.

    L’importante è sapere che non è un’ avventura, un sogno..o un gioco……e se per caso lo abbiamo pensato, occorre essere abbastanza oneste da ammmetterlo con noi stesse.”

    • in reply to: [OT] Dakar
    imported_katala
    Partecipante

    citazione:


    ti ringrazio di cuore.:-)

    posso chiederti che giro hai fatto del senegal? dove sei stata?

    🙂


    Diciamo che non sono andata esattamente per turismo. La prima settimana sono stata presa da incombenze familiari varie. La seconda settimana morso di ragno che aveva deciso di parcheggiare nei miei jeans sulla valigia che avevo intelligentemente appoggiato in terra, dissenteria, febbre….non ho visto una cippa se non Dakar.
    Di conseguenza il mio punto di vista non può riguardare il paesaggio, ma la cultura, la gente, i valori umani, la spiritualità…con cui ho avuto la grandissima fortuna di entrare in contatto molto stretto e coinvolgente. Perciò, pur non avendo visto le meraviglie della natura, continuo ad affermare che ne vale la pena.

    • in reply to: [OT] Dakar
    imported_katala
    Partecipante

    Royal Air Maroc con cambio a Casablanca costa meno.
    Rischi. All’andata sono arrivata a Dakar con solo 24 ore di ritardo. Al ritorno ho aspettato cinque ore senza aver dormito appollaiata su una sedia in aeroporto…Ma il Senegal vale veramente la pena. Era il periodo di Natale, magari adesso fanno meno casini coi voli…

    imported_katala
    Partecipante

    citazione:


    ma se piove come faccio a stare da vero marajà.


    PIOGGIA ne ho vista infinitesimale solo un giorno

    • in reply to: Un consiglio
    imported_katala
    Partecipante

    Mi permetta di aggiungere, esimio Synth…che in agosto è un pochetto UMIDO. Nel mio Soul Shake Down Party n. 1, you know what I mean…ho passato 15 gg. a Sal. Spesso, ma non sempre, il cielo era coperto.

    imported_katala
    Partecipante

    Oggi vi racconto, attraverso le parole di una ragazza di Capoverde, una favola moderna.
    Il lupo non c’è più, al suo posto ci sono le basi navali americane con sottomarini nucleari. E Cappucetto Rosso non è Putin, ma, in questo caso, i delfini e, più in generale, tutte le disgraziate popolazioni che devono ospitare gli armamenti del Sogno Americano.
    Si tolgono di bocca le medicine e non hanno l’assistenza sanitaria per dare a noi le armi.

    “Ciao Beppe,
    la mia ragazza è originaria di Capo Verde, un bellissimo arcipelago di isole, fino a pochi anni fa ancora incontaminato. Leggi cosa succede:

    – Bruttissima notizia, domenica mattina alle 4 mi hanno chiamato al telefono comunicandomi quando stava accedendo…dalla notte forse verso la una, prima 10, poi 100, poi 300 delfini sono finiti spiaggiati a 9 km qui da casa al Morro de Areia…dopo Chave.
    Alle 6 siamo andati in tanti stranieri e capoverdiani per cercare di salvarli…ma dopo averli messi in acqua una quarantina e mantenuti per un pò al largo, sono ritornati a riva. Abbiamo provato per ben 9 ore , ma niente da fare, tornavano a riva e desideravano morire, non so se è così ma questa è l’impressione che se ne ricavava.
    Una vera tristezza , vedere questi delfini con le lacrime agli occhi che chiedevano solo di morire.Sono morti tutti nonostante i nostri sforzi…non è restato altro che sotterrarli.
    Lunedì di nuovo, questa volta, verso la Ribeira, tra casa nostra e Chave, davanti a dove stanno costruendo il Riu, 70 delfini spiaggiati, con l’aiuto degli operai sono stati rimessi in acqua, e dopo vari tentativi, sono andati al largo, ne sono morti solamente 5.
    Le ipotesi avanzate domenica propendevano per far risalire le cause alla presenza di imbarcazioni o sottomarini che con i loro sonar hanno disorientato o hanno spaventato o fatto impazzire i delfini.
    Oggi sappiamo…che probabilmente il responsabile è l’uomo. E’ confermata infatti la presenza di un sottomarino nucleare americano arrivato a Sao Vincente…dopo aver navigato fra le isole…
    L’hanno fatto vedere in televisione nella rada dove verrà costruita la futura base navale americana. Il sommergibile ha navigato nella giornata di sabato quando si è verificato il fenomeno..nella notte fra sabato e domenica sono iniziati a spiaggiarsi in un gruppo di ben 265 delfini.
    Ma il brutto è che sono in arrivo altri 400 delfini, il cui destino sembra segnato, speriamo vivamente di no, che al momento stanno zizzagando…la radio capoverdiana ha dato l’annuncio confermato poi dalla Capitaneria di Porto.
    Un abbraccio e che il deserto e l’oceano siano con tutti noi!.” Una ragazza di Capoverde

    imported_katala
    Partecipante

    Anche io chiamo con skype dall’ Italia, ma se chiami un cell di Cabo…la cosa è uguale.
    Io ho provato prima con skipe, poi il fisso, poi il cell…alla fine ho scoperto il problema…che è esattamente quello che descrive Auger Shark se gliela tagliano gliela tagliano..no credit..no party…

    imported_katala
    Partecipante

    Grazie Augh….l’SMS ha funzionato. Ho ricevuto una mail tranquillizzante in 28 minuti netti. Succede che se non acquistano credito anche per poco tempo…..la Cv Movil gli taglia la linea…bstrd…

    imported_katala
    Partecipante

    Oggi non sono riuscita a prendere la linea. Normalmente chiamo due volte a settimana con Skype senza problemi. Provato con telefono normale. Dopo il prefisso internazionale un fastidioso tu tu tu tu tu…..
    Han tranciato qualche altro cavo? Sgrunt….

    imported_katala
    Partecipante

    Vi sarà capitato, a Santa Maria di salire tre gradini nei pressi del bar Ibisco, di fianco a un tattoo shop ed entrare al Kawsara Fall, il negozio di Lampa & Friends.
    Ho saputo ieri sera che il proprietario ha bisogno dell’immobile e li manda via. Si trasferiranno al Po Di Terra, intanto.
    Peccato, perchè era un bel posto, proprio bello…perchè era un pianeta di comunicazione, musica, gentilezza e calore costruito con cura e impegno. Era una porta aperta sulla strada dove la scritta “benvenuti” non era necessaria perchè si leggeva sui loro sorrisi e il loro buonumore mai invadente, sempre elegante.
    Saranno senz’altro in grado di ricreare qualcosa di simile, ma non sarà mai, almeno per me, come il Kawsara Fall originale, che sghignazzando, giusto per non prendersi mai troppo sul serio, era stato una volta chiamato “the planet of love and peace”…

    imported_katala
    Partecipante

    “….this is Babylon, man…”

    imported_katala
    Partecipante

    …topo di vacanza….

    no, non ne ho visti….

    volevo dire TIPO di vacanza….

    uh…ieri sera quei coca e rhum….

    imported_katala
    Partecipante

    Da Calhau a Baia das Gatas me la sono fatta a piedi in mezzo al nulla, da sola ed è stata una bella esperienza. E il giorno dopo in mezzo al deserto da Salamansa a Baia das Gatas. Senza dubbio bellissimo paesaggio. Peccato le tonnellate di immondizia sulla costa tra le quali ho camminato. Però io ragiono nella prospettiva di due amiche che si vanno a fare una vacanza. Tra Sao Vicente e Santo Antao sicuramente si può stare benissimo e ne vale la pena. Il “dipende che topo di vacanza cerchi” è fondamentale.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 218 totali)