Un Progetto Concreto

Home Forum ONG/cooperazione/aiuti umanitari Un Progetto Concreto

Questo argomento contiene 164 risposte, ha 0 partecipanti, ed è stato aggiornato da  synthiax 10 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 46 a 60 (di 165 totali)
  • Posts
    synthiax
    Partecipante

    Ehy Nilton ho appena sentito il nostro amico spedizioniere e agente di viaggio .-))))))

    Gli ho spiegato il nostro progetto e mi ha confermato che una mano la da volentieri….

    Quindi quando ci saranno cartoni di merce da spedire mi ha detto che puoi chiamarlo (tra l’altro abitate vicino)….

    Entro stasera gli mando poi una email e gli spiego bene cosa vogliamo fare qui sopra per dare una mano ai bimbi di CV…

    Comunque ti confermo che è disponibilissimo e felice di aiutarci per le spedizioni via mare.

    Polp….sto uscendo ma ti mando presto una email con i riferimenti di questa persona a Roma…

    salutoni
    synth

    polp68
    Partecipante

    Ciao Sint e ciao Nilton,
    io so che di spedizionieri per CV a Roma ce ne stanno due, uno Mir**** e un altro so che esiste, ma non ne conosco il nome, ma me lo posso far dire da un mio amico capoverdiano (Tchiba, tu lo conosci Nilton?) che lo usa per le sue spedizioni.
    Cosi’ li facciamo entrare in “regime” di concorrenza e vediamo da chi spuntiamo il prezzo piu’ basso!!!

    Polp

    imported_nilton
    Partecipante

    conosco tutte due sono ex soci ma sara’ dura

    synthiax
    Partecipante

    Nilton….prega ed abbi fede :-)))))

    Ti dico che i due fratelli una mano con tariffe agevolate ce la daranno…
    Se non ne fossi sicuro non te lo direi….

    imported_nilton
    Partecipante

    che dio te la mandi bona e senza mutande

    nestor
    Partecipante

    Volendo saprei essere all’altezza di questo ultimo commento, ma mi voglio dedicare a questioni più pratiche tornando al problema medicinali.

    Ammettiamo che si riesca a far arrivare i farmaci a famiglie e comunità più disagiate, bisognose e “tagliate fuori”, credete che saprebbero utilizzarli nel modo corretto? I bugiardini sono scritti in italiano, e già così certe volte per noi stessi ci vorrebbe un master per capire le indicazioni terapeutiche, posologia, controindicazioni, ecc.

    Sarebbe perciò buona cosa, a mio parere, preparare per ciascun farmaco o categoria (sempre che sia possibile riunirli in modo semplice in categorie)un piccolo vademecum stampato con le indicazioni terapeutiche, dosaggi, etc. in creolo ed eventualmente in portoghese, con un linguaggio il più possibile semplice ed accessibile, con la premessa di rivolgersi sempre al medico, ove possibile.

    Per fare questo ci si poterbbe rivolgere a medici capoverdiani in italia, o al limite, a medici italiani che “traducano” i bugiardini in italiano elementare, per poi riportarlo in creolo a cura di qualche capoverdiano tramite il forum.

    Altrimenti con l’ottima intenzione di fare del bene ci si potrebbe ritrovare qualcuno sulla coscienza (penso soprattutto ai bambini)

    Che ne dite?

    synthiax
    Partecipante

    Dico che hai pienamente ragione ed è per questo che proporrei di acquistare articoli mediacali tipo bende, garze, termometri, siringhe monouso eccetera anzichè medicinali….

    Se comunque raccogliessimo e spedissimo anche medicinali, beh credo che vada ESCLUSO a priori la consegna diretta alle famiglie ma occorre consegnarle agli ambulatori locali presenti sulle isole, avendo prima ascoltato pareri e consigli delle autorità sanitarie Cverdiane.

    In questo modo evitiamo errori di distribuzione ed, anzi, sono loro stessi che ci dicono dove e chi ne ha + bisogno, dandoci quindi una scaletta di priorità.

    Se ad esempio l’ambulatorio di Fogo ha già molti termometri per i bambini, inutile inviarglieli perchè anche uno solo che glie ne mandiamo è “sprecato”.
    Viceversa, se la autorità locali ci dicono: “ueh bella gente a Tarrafal – San Nicolau, l’ambulatorio medico ha bisogno davvero di 500 cerotti”, beh noi prendiamo ed inviamo lì e non in un altro posto….

    Nestor: se tu o qualcuno conosce a Cv chi può darci queste informazioni CERTE e CONCORDANTI sugli ambulatori e su cosa necessitano maggiormente, beh sarebbe un grande aiuto per veicolare al megli oe con tempestività le nostre piccole-ma-speromicatanto piccole spedizioni.

    Ultimo topic: tempo fa una utente parlava molto bene dell’asilo a Ponta Do Sol gestito da Vera.
    Chiedo gentilmente a Mariangela se la conosce (credo di si) e se potremmo farla partecipe, magari inviandole materiale pre-scolastico e chiedendole di distribuire i medicali a Ponta do Sol.
    Mari o chi la conosce bene e di persona, mi dice qualcosa ? Grasssie mille.

    Ora scappo all’estero per una settimana.
    Lavoro ma se riesco mi collego..anzi ci riesco di sicuro 😉

    Grazie a chi si è già “imbarcato” con me in queta mezza pazzia e a chi lo farà…..
    D’altronde come dice il mio sensei e senpai Felix : “chi vive senza follia ecc ecc “

    masah
    Partecipante

    Ciao a tutti!!
    Lodevoli e bravissimi!
    Ci uniamo anche noi,se tutti facessero così il mondo sarebbe diverso!
    Noi partiamo mercoledì per Boavista….se possiamo essere utili in qualche modo…VOLENTIERI!!

    pegaso
    Partecipante

    Cari giovani

    Partiamo mercoledi prossimo per boa vista.
    Vogliamo portare alcune cose ai bambini del posto.

    Ci sapete consigliare dove consegnarle?
    Noi avevamo pensato alla maestra della scuola,
    oppure al prete.

    Siamo aperti a suggerimenti ed indicazioni.

    Ciao a tutti e grazie in anticipo.

    lailan
    Partecipante

    Ciao a tutti…sto seguendo con attenzione l’argomento. Mi sta a cuore perchè quando sono tornata da CV ho mandato giù vestiti e materiale didattico tramite una mia amica che è partita dopo di me ma ad una persona specifica che sapevo avrebbe gradito.
    Questo solo per dire che mi sarebbe piaciuto organizzare qualcosa simile a ciò che voi state tentando di fare.
    Sono anch’io di Roma come Simona e nilton per cui dò la mia disponibilità per qualsiasi cosa.
    Ho un biglietto da visita di una persona dell’ambasciata caboverdiana a Roma,magari per un primo contatto per procurare informazioni.
    Sto tentando di concretizzare idee rispetto a quanto leggo.
    Io credo che bisogna iniziare con una cosa sola. O farmaci o vestiario ecc.
    Forse comincerei dai medicinali.
    1 – Indiviaduare la tipologia
    2 – Dopo casa produttrice medica e paramedica
    3 – Farei un appello sul forum dettagliando il progetto e la quota di partecipazione magari mensile per acquistare i farmaci.
    4 – recepirei i nominativi di chi aderisce e quantificherei così la cifra a disposizione.
    5- Convogliare i soldi su un c/c postale o altro
    6 – Soldi /acquisto

    Se la merce fosse recapitata a Roma da un corriere ( ne conosco uno) potremmo organizzarci noi romani a turno per portarle in aeroporto (da me 20 min).

    7- PROBLEMA DEL CONTATTO IN APT e DEL CONTATTO A CABO. non ho ancora chiaro

    Se questo comincerà ad andare potremmo pensare poi di affiancare l’invio di indumenti e materiale ragionando bene su.

    Non so se ho aggiunto qualcosa di più a ciò che è stato detto.
    Cercherò di applicarmi ancora..intanto consideratemi dei Vostri.
    Simona/Nilton sarà un occasione per conoscervi e collaborare sperando che tanti altri si uniscano.

    Ciao
    Lailan

    nera
    Partecipante

    Leggo con piacere che il progetto sta prendendo quasi forma, ed il tuo intervento Lailan credo renda un’idea abbastanza concreta dei punti da seguire…
    Per il trasporto vorrei dire un’unica cosa, se le cose da spedire sono pesanti forse prima di contattare uno spedizioniere privato si potrebbe chiedere a qualche associazione umanitaria che “lavora” già con Capoverde (purtroppo CV non è una realtà che conosco ma magari qualcuno ha suggerimenti); di solito se hanno spedizioni da fare e il container non lo riempiono tutto, può essere che ti lascino caricare qualcosa, anche se poi ogni associazione ha i propri divieti sulle tipologie di beni da caricare… ma magari chiedere non costa nulla…
    Ciao
    nera

    X Lailan, ho letto quando sei stata al djadsal, lo sai che ci siamo date la staffetta io ero lì proprio la settimana dopo….talvolta mi manca il sapore forte del sale sulle mani e sulla faccia…baci
    (tra un pò cancellerò le ultime righe fuori thread )

    lailan
    Partecipante

    (a chi lo dici nera….. fortunatamente ho la musica sempre a portata di mano… mi sembra almeno di non aver abbandonato quei suoni,colori, sapori particolari)

    ref progetto credo che una volta focalizzato i passaggi sarebbe il caso di nominare dei rappresentanti a cui far riferimento i quali dovrebbero incontrarsi almeno una volta per definire nero su bianco il tutto per poi inserirlo nel forum.

    E’ un’ipotesi, s’intende.

    Lailan

    Anonimo

    Riporto semplicemente (con un copia/incolla) alcune indicazioni utili a questo argomento fornite dagli utenti in un altro topic:

    ___________________________________________________________

    Vitamix…..ti do io un bel compitino per le vacanze…..
    Per favore, puoi dirci e darci un elenco quanto + completo possibile delle strutture ambulatoriali a Boavista, diviso per paese e, se disponibile, un elenco di cose utili et utilissime agli ambulatori stessi ?
    Inutile dirti che se tu e la Mitika foste disponibili a ricevere i nostri pacchi postali e distribuirli sull’isola, beh te ne saremmo grati anzi gratoni 🙂
    Scusate lo svaccus ma è a fin di bene ! 🙂
    Ora scappo davvero perchè sto perdendo l’aereo…
    Synthiax
    _______________________________________________________________

    ….E’ PRESTO FATTO.
    In paese a Sal rei c’e’ l’ospedale nella piazza principale che viene utilizzato sia come pronto soccorso sia come ricovero degenti.
    Ovviamente la struttura e’ vecchia e molto bisognosa.
    A tal proposito un mese e mezzo fa il primo ministro ha inaugurato la posa della prima pietra del “Centro de Saude” che verra’ pronto tra un anno (stando al cartello davanti al cantiere) questa sara’ una struttura piu’ attrezzata e nuova.
    negli altripaesini non ci sono ospedali ne’ come li intendiamo noi ne’ come li intendono loro.
    In caso di incidenti o necessita’ i degenti vengono comunqeu portati a Sal rei o in casi urgenti via aerea a Praia o S.vincente.
    Ovviamnete il villaggio ventaglio eil villaggio columbus (marine club) una infermeria e un dottore italiano all’interno e offrono consulenze anche agli esterni.
    per ricevere e smistare i pacchi nessun problema.
    Ciao
    VitaminaC

    imported_serenity
    Partecipante

    Rientro dopo settimane di assenza,motivo studio,e trovo due post su cui buttarmi a pesce…
    é una bellissima idea,che mi piacerebbe appoggiare se la mia indipendenza economica fosse maggiore;ma è anche vero che la mia mum come ho già detto più volte di queste azioni le fa da anni,proprio tramite quell’amico caboverdiano di Roma,e il fratello..Synth,se parliamo delle stesse persone,e della stessa agenzia che ha nominato Polp,loro scendono anche qui a Palermo ..Solo che mia mum li manda per lo più a S.Nicolau..

    Baci,Serenity

    odio e amo
    Partecipante

    Ciao sn nuova del forum…..è un’ottima idea…la appoggio!!!

Stai vedendo 15 articoli - dal 46 a 60 (di 165 totali)

Il forum ‘ONG/cooperazione/aiuti umanitari’ è chiuso a nuove discussioni e risposte.