si può fare,del bene a boavista?

Home Forum ONG/cooperazione/aiuti umanitari si può fare,del bene a boavista?

Questo argomento contiene 41 risposte, ha 0 partecipanti, ed è stato aggiornato da  enog 11 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 42 totali)
  • Posts
    enog
    Partecipante

    si può fare del bene in tutto il mondo,il problema è che forse nn tutti gli abitanti hanno interesse a far crescere la sua gente,chi raggiunge una posizione di privilegio,la vuol mantenere a scapito degli altri,quindi,chi cerca di aiutare,è probabile che nn sia visto di buon occhio.Comunque,questo nn deve essere un freno ma una spinta.

    enog

    auger shark
    Partecipante

    forse stanno bene così come sono perchè tempo fa io sono stato minacciato in strada in quanto cercavo di aiutare chi ne aveva bisogno.

    enog
    Partecipante

    salve gente del forum,andiamoci piano con i facili progetti di aiuto,bisogna fare piccole cose,ma costanti nel tempo,e non grandi cose per una volta,con il rischio poi di doverle chiudere per costi molto alti,o perchè non cè nessuno che se ne interessa con il passare del tempo.Ricordate che,a noi dall’italia,tutto sembra molto semplice laggiù,tuttaltro,anche là ,ci sono le loro leggi e devono essere rispettate e i loro tempi,chi, italiano, è laggiù non sempre può avere disponibilità di tempo per seguire tutte le pratiche inerenti,magari hanno la loro attività da mandare avanti.E allora dico aiuti sì,ma semplici di piccole cose,che servono.Tra un pò di tempo segnalerò un sito dove poter concentrare questi piccoli aiuti.un saluto a tutti.

    enog

    auger shark
    Partecipante

    Carissimo ENOG, per Capo Verde non si può certamente parlare di facili progetti d’aiuto. Prima di tutto bisogna trovare gente disposta a spendere parte della propria vita per aiutare altre persone meno fortunate di noi. Avere a disposizione un discreto capitale di money e di persone specializzate (medico,infermiere ecc….).Quindi devi sperare di trovare i canali giusti e di essere accettato in quanto in fin dei conti sei uno straniero con la mentalità diversa. Poi quando riesci ad avere tutto ciò…….trovi il coglione che per conto di chissà chi ti chiede non molto gentilmente di lasciar perdere perchè per te non è un affare. I quanto ai piccoli aiuti se intendi materiale scolastico o vestiti consiglio di non fare nessuna raccolta ma che ognuno, quando si reca a C.V., riservi un angolo di valigia per portare il piccolo aiuto e consegnarlo direttamente. La raccolta si potrebbe fare con i medicinali ma poi ci vuole una persona che ne conosca l’uso per gestirli. Scusa dell’intrusione ma quanto detto l’ho provato sulla mia pelle. Ciao

    enog
    Partecipante

    citazione:


    Carissimo ENOG, per Capo Verde non si può certamente parlare di facili progetti d’aiuto. Prima di tutto bisogna trovare gente disposta a spendere parte della propria vita per aiutare altre persone meno fortunate di noi. Avere a disposizione un discreto capitale di money e di persone specializzate (medico,infermiere ecc….).Quindi devi sperare di trovare i canali giusti e di essere accettato in quanto in fin dei conti sei uno straniero con la mentalità diversa. Poi quando riesci ad avere tutto ciò…….trovi il coglione che per conto di chissà chi ti chiede non molto gentilmente di lasciar perdere perchè per te non è un affare. I quanto ai piccoli aiuti se intendi materiale scolastico o vestiti consiglio di non fare nessuna raccolta ma che ognuno, quando si reca a C.V., riservi un angolo di valigia per portare il piccolo aiuto e consegnarlo direttamente. La raccolta si potrebbe fare con i medicinali ma poi ci vuole una persona che ne conosca l’uso per gestirli. Scusa dell’intrusione ma quanto detto l’ho provato sulla mia pelle. Ciao


    enog

    enog
    Partecipante

    auger shark,condivido in pieno quello che hai detto,volevo solamente dire a tutti di non strombazzare aiuti a gogo,si fà ,si dice, si costruisce,si porta lì,tutti bei propositi,è giusto quello che dici nel lasciare un angolino nella valigia per giochi per i bambini,o materiale scolastico,e consegnarlo direttamente,ti ripagheranno con un grande sorriso.
    saluti

    auger shark,conosci bene capo verde?vedo che anche tu hai tentato qlc ma poi…..

    enog

    le
    Partecipante

    Se mi è concesso, posso chiedervi, shark e enog, che cosa avete cercato di fare? Come mai vi hanno miancciato e guardato male? Perchè in quanto stranieri o perchè avete toccato qualche interesse che non si doveva toccare? E’ un argomento che mi interessa molto.
    Muito obrigado!

    auger shark
    Partecipante

    FOR LE: il mio progetto era di realizzare una casa-asilo per i bambini che praticamente vivono quasi costantemente sulla strada o sulla spiaggia. Avevo anche trovato alcune persone che mi avrebbero affiancato e che erano venute con me a Sal (un medico, una maestra d’asilo, due ragazzi appena diplomati e poi io che non so fare niente). Avevo trovato in Italia, presso alcune associazioni no profit, aiuti finanziari e stavo cercandone altre. Purtroppo ho lasciato cadere tutto perchè dopo le minacce non ho trovato più nessuno che mi affiancasse ( i giovani sono facilmente impressionabili). Voglio fare una precisazione a cui tengo molto: non lo facevo a fini di lucro, non lo facevo per fini politici e tantomeno religiosi in quanto non sono un credente. Credo solo che la solidarietà deve essere data sul posto e presso le persone che ne hanno bisogno. Non dai pulpiti e dagli scanni del parlamento! Ciao da questo vecchio brontolone che stava cercando di rimediare al quel poco di buono che aveva fatto da giovincello.

    enog
    Partecipante

    ciao le,sinceramente io di minacce non nè ho ricevute in quanto il mio aiuto si limita a dare una mano ad una persona che vive là,e cerca di organizzare raccolte di indumenti e oggetti per la scuola per i bambini.

    enog

    le
    Partecipante

    Per Auger. Cavolo, che bel progetto, è un vero peccato che tu non sia riuscito a portarlo a termine. Come è possibile che la costruzione di una casa asilo potesse dare fastidio a qualcuno?

    Per Enog. Scusami, ti riformulo le domande: quando scrivi che non tutti gli abitanti hanno interesse a far crescere la sua gente, ti riferisci ai politici di capo verde? Quando dici, che chi cerca di aiutare non è visto di buon occhio, è perché è capitato anche a te, mentre raccoglievi materiale per il tuo amico?
    Obrigado

    auger shark
    Partecipante

    forse ho dato fastidio a persone senza scrupoli che usano questi bambini non certo per scopi umanitari. Altro non posso dire ma mi auguro che chi di dovere intervenga e non metta la testa sotto la sabbia come gli struzzi.

    enog
    Partecipante

    ciao le,intendo dire,che chi raggiunge una posizione di privilegio in seno a una società,non ha molto interesse a aiutare gli altri,se non per scopi di lucro.Quindi creazioni di asili o creare ambienti dove si può insegnare loro un lavoro,non sempre sono visti di buon occhio.

    enog

    gallas
    Partecipante

    ciao enog io sono di boa vista ,,,,,a bv e come da tutte le parti ci sono persone brave, persone cattive e persone di merda..il tuo progetto è bellissimo, pensa che voglio aprire una mia attività e, per potere aiutare dei bambini, ho dovuto minacciare della gente. Funziona così a Cabo: certe persone credono di essere i padroni dell’ isola e del suo contenuto. E’ quello il problema..

    gege..

    auger shark
    Partecipante

    FOR GALLAS: non solo a C.V. funziona così ma, a onor del vero, anche in altri posti dove il turismo di massa si stà affermando, portando moneta (per chi ne ha già tanta) e miserie ( pedofili e magnacci)per chi è povero. In paesi come il Mali o la Namibia o la Tanzania, dove il turista comune non va, chi vuole aiutare è ancora ben accetto anche se occorre tenere sempre gli occhi ben aperti perchè i cambi d’umore e di governi sono repentini e si fa in fretta a rischiare er capoccione. Comunque prima o poi tornerò a C.V. ma su altra isola e non più a Sal. Forse Boavista.

    ka sabe
    Partecipante

    citazione:


    FOR GALLAS: non solo a C.V. funziona così ma, a onor del vero, anche in altri posti dove il turismo di massa si stà affermando, portando moneta (per chi ne ha già tanta) e miserie ( pedofili e magnacci)per chi è povero. In paesi come il Mali o la Namibia o la Tanzania, dove il turista comune non va, chi vuole aiutare è ancora ben accetto anche se occorre tenere sempre gli occhi ben aperti perchè i cambi d’umore e di governi sono repentini e si fa in fretta a rischiare er capoccione. Comunque prima o poi tornerò a C.V. ma su altra isola e non più a Sal. Forse Boavista.


Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 42 totali)

Il forum ‘ONG/cooperazione/aiuti umanitari’ è chiuso a nuove discussioni e risposte.