Sensazioni sulla ns vacanza

Home Forum Racconti/esperienze/storie Sensazioni sulla ns vacanza

Questo argomento contiene 13 risposte, ha 0 partecipanti, ed è stato aggiornato da  gasolia 18 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 14 articoli - dal 1 a 14 (di 14 totali)
  • Posts
    gasolia
    Partecipante

    Non mi è mai successo di non aver voglia di raccontare quello che ho visto.. Normalmente tutte le volte che torno da un viaggio non vedo l’ora di raccontare le cose strepitose che ho visto o le situazioni strane in cui mi son trovata. Questa volta è diverso, vorrei raccontare e condividere ciò che ho visto, sentito, provato, ma alla fine non mi viene spontaneo.. è come se avessi paura di esaurire le mie scorte di caboverdianidade! Il ns viaggio è stato il classico fai da te / no alpitur e coscienti di questo ci siamo sapute adattare a qualsiasi situazione senza nessuna difficoltà, anzi, devo dire che lo abbiamo fatto con molta spontaneità! Basti pensare che la ns gitarella a san antao che doveva durare un giorno si è protratta per 3 giorni e non ci siamo fatte nessun problema ad andare in giro con gli stessi vestiti luridi e impolverati dalle avventurose gite in aluguer!! L’isola che mi ha colpito di più in effetti e san antao.. Un giusto mix di tutte le belle cose che io mi aspetto da una vacanza: paesaggi mozzafiato, sorrisi penetranti, contatto con la natura, contatto con la gente del posto, una cena a base di pesce con Carlos, Bebeto, Joe accompagnata dalle note di Radi e Anton, una splendida spiaggia nera raggiunta a fatica dopo una passeggiata sotto il sole, il brivido di un pricipizio sotto il tuo naso.. il tutto illuminato dal riverbero dell’oceano! Sao Vincente e Sal, nonostante le troppe e, purtroppo pessime, influenze occidentali mi hanno comunque conquistato per i loro mercatini e i loro colori, la capoeira, i loro bambini.. Rondino e Nuno, onnipresenti al pontile.. che occhi, che sguardi!! Vabbè.. potrei elencare mille cose che mi sono entrate nell’animo però tengo a precisare una cosa in particolar modo.. Credo che Capoverde, almeno per il modo in cui l’abbiamo vissuta noi, è una civiltà che può essere vissuta, capita e girata da persone che sanno apprezzare le cose semplici e ai tempi d’oggi la semplicità d’animo è una qualità ormai rara nell’uomo, che tiene, invece, sempre più a rincorrere le griffe e i telefonini di ultima generazione e la macchina più potente. Non credo di poter dire che talvolta il mal d’africa perchè la vera africa non l’ho ancor vista ma forse questo è un piccolo assaggio. Spero solo che Capoverde sia impermeabile il più a lungo possibile al capitalismo occidentale!!

    Irene

    laganas
    Partecipante

    d’accordo su tutta la linea ovviamente….stavo con lei…

    Giuliana

    P.S. ma che fine ha fatto Felix???? non risponde agli sms…sul forum non compare più….tutto a posto????

    Anonimo

    La spiaggia nera…..Praia da Cruzinha !
    Um mar d’sodade …

    gasolia
    Partecipante

    Già mariangela, Cruzinha!!

    laganas
    Partecipante

    Mi associooooooo!!!!!

    Mamma mia sembriamo una setta religiosa per come osanniamo ogni angolo di Capoverde!!!!! è una malattia dalla quale spero di non guarire….

    unfiorediloto
    Partecipante

    Tranquilla………….non guarirai!!!Io ci avevo provato all’inizio a cercare di guarire…poi tramite gli AMICI del forum ho capito che questa era una gran bella malattia e che si cerca di guarire solo dalle cose brutte!!!!!Poi, come vedi, di “malati” ce ne sono tanti qui….
    Un bacio di benvenuto alla nuova “paziente”

    gasolia
    Partecipante

    Io ormai sono terminale!
    Stamattina il mio ragazzo mi ha svegliato ocl cd di BAU che gli ho portato io e coem ho aperto gli occhi e l’ho visto già vestito per andare in ufficio mi sono scese le lacrime..
    Mi son stancata di correre di qua e di là come una trottola in questa terra dove si lavora e basta. Ma la nostra vita privata???

    unfiorediloto
    Partecipante

    Questo è quello che Capoverde riesce a trasmettere, l’importanza delle piccole (ma fondamentali) cose. I ritmi a misura d’uomo, la semplicità della vita, i sorrisi, il valore dell’amicizia e tanti altri….Certo non è tutto oro quello che luccica, ci sono tanti problemi anche là. Sicuramente però sono problemi REALI. Manca l’acqua, la luce, l’assistenza sanitaria, il lavoro etc…qui i problemi sembrano essere solo cambiare il cellulare, comprare vestiti e correre correre correre…ma dove??
    Hai fatto caso che i bambini di Cabu non hanno assolutamente nulla per giocare? Eppure sorridono sempre e raramente li ho visti piangere…qui hanno tutto e frignano dalla mattina alla sera!!
    Forse dovremmo imparare a portare quà quei valori, ancora incontaminati, che abbiamo sentito a Cabo. Certo è difficile, ma perchè non provarci??

    laganas
    Partecipante

    caspita Laura….ma sai quante volte lo abbiamo fatto ‘sto discorso con ire???? con le stesse parole perfino….hai proprio proprio ragione….ho avuto 4 o 5 motivi per incazzarmi a morte…ma è bastato pensara a cabo…e non c’ho sprecato nemmeno un minuto della mia vita…semmai lo metto da parte e lo utilizzo per pensare a Ponta do Sol!!!! m

    unfiorediloto
    Partecipante

    Spero che un giorno riusciremo ad incontrarci…così ne parliamo a voce!!Con Cachupa, grogue fotografie dolcetti e tanta tanta musica!!!
    a mais tarde
    Lalla

    Anonimo

    citazione:


    d’accordo su tutta la linea ovviamente….stavo con lei…

    Giuliana

    P.S. ma che fine ha fatto Felix???? non risponde agli sms…sul forum non compare più….tutto a posto????


    Anch’io c’eroooooo!!!!
    Scusatemi ragazze, ma sono ancora ubriaco di ponch!! Scherzo, ovviamente… sono ubriaco di Cabò, e spero di non rinsavire mai piu’.
    Non sono morto… solo che appena tornato ho cominciato a dedicarmi a tempo piu’ che pieno al mio progetto di portar giu’ la barca a vela e trasferirmi per piu’ tempo possibile. Oggi, ad esempio, ho trascorso tutta la giornata col direttore della mia banca per strappargli in fretta sti cavoli di soldi che mi servono. Ma a chi li darà mai… fa tanto il prezioso!!!
    Ci sentiamo presto….

    felix

    gasolia
    Partecipante

    Felix, non dimenticarti che alla traversata transoceanica con la tua barca a vela veniamo anche noi!!!
    In bocca al lupo!

    bienfait
    Partecipante

    Ragazzi, condivido tutti i vostri pensieri, le vostre sensazioni e quell’emozione che ti nasce da dentro, spontanea, ogni volta che la mente corre a Cao Verde. La vera ricchezza di quel posto, al di là degli angoli incontaminati che si aprono agli occhi di chi arriva, è la sua gente, la loro capacità di sorridere ed il loro modo di prendere la vita. Un sorriso di quei bambini, così spontaneo, ti rimane dentro per sempre e non puoi non pensarci ogni volta che nel nostro bel mondo occidentale corri e te la prendi per ogni cosa…. se Capo Verde ti entra dentro e ne cogli l’essenza, credo che sia un dono prezioso, perchè ciò che cambierà davvero sarà la tua percezione della vita…. e sicuramente sarà un cambiamento in meglio!

    Ben venuti ai nuovi “malati”…. o forse faremmo meglio a dire “guariti”!!!!!!!!

    laganas
    Partecipante

    si è vero….forse mi piace di più considerarmi guarita da capoverde che malata di capoverde…facciamo un gioco: ogni volta che ci viene d’istinto di incazzarci per qualcosa che fa parte del nostro mondo pensiamo a capoverde e facciamoci venire la faccia da ebeti come la pubblicità della punto….pure il nostro interlocutore dovrà smettere di romperci, no?

    Una volta, due volte…poi diventerà naturale!

    E quando ci viene voglia di mandare qualcuno a quel paese…perchè non mandarlo a capoverde?…così glielo diciamo sempre con il solito sorriso da ebeti…

    Vabbhe’ sto a dì sciocchezze….ma vista l’ora e la giornatina niente male…tra studio commerciale con scadenza fiscale alle porte e sessione d’esame nella scuola in cui lavoro…..sto un pò cotta….però penso a capoverde….e mi viene il sorriso da ebete!!!

    notte!

Stai vedendo 14 articoli - dal 1 a 14 (di 14 totali)

Il forum ‘Racconti/esperienze/storie’ è chiuso a nuove discussioni e risposte.