Il sogno si avvera!

Home Forum Racconti/esperienze/storie Il sogno si avvera!

Questo argomento contiene 71 risposte, ha 0 partecipanti, ed è stato aggiornato da  roby66 18 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 72 totali)
  • Posts
    roby66
    Partecipante

    Scusa se non sono ancora passato ma sai la pesca e’ come una droga: prima prepari le esche e le “atrappole d’amo” fai tutti i nodi e vari le distanza degli ami, cambi il filo, …. e poi vai a caccia!
    E’ bellissimo , ma t’immagini che dopo che ho armeggiato con il pesce fino all’una chiacchierando con Paola, Tei, o qualcun’altro, tutto olezzoso di pesce ….
    Comunque non preoccuparti stasera si balla in spiaggia, ci vediamo al Tortuga?
    A dopo KATRIN

    unfiorediloto
    Partecipante

    Ciao Katin,
    buone notizie!!!!!!verrò a trovarti il 27/12 non appena poggio il piede a Boavista!!!Tanto sono da Pier, a due passi da te……HIUHUUUUUUU!
    Non vedo l’ora…….ti serve qualcosa da qua?? Fammi sapere!
    Beijos
    Laura

    lox
    Partecipante

    Roby!cavolo stai andando alla grande! ti ricordi l’ultima telefonata, prima di partire…..?

    P.S. capito chi sono?
    franz

    lopex
    Partecipante

    ciao Roby
    non ti ho ancora scritto perche‘ ho avuto molto da fare in questi giorni. Mi fa piacere che ti trovi bene a Boavista e che tu possa avverare il tuo sogno, ma ricorda che non e‘ tutto oro quello che luccica. mi conosci bene ma non abbiamo mai avuto la possibilita‘ di comunicare via internet.
    Adesso per te e‘ tutto nuovo e quindi ti sembra un mondo bellissimo e spensierato…….vai a parlare con chi e‘ li da mesi e poi ne riparleremo, o forse quando sarai tu li da mesi e vedrai che le cose sono molto diverse. per la mia esperienza non si puo‘ paragonare Milano a Sal-Rei ne nei prezzi che nel modo di vivere. E c‘e‘ una ragione molto semplice per noi Capoverde e‘ solo a cinque ore di volo ma se dovessimo percorrere lo stesso tragitto a piedi ci renderemmo conto che prima di arrivare bisogna attraversare la Francia, la Spagna, il Portogallo, il Marocco, ecc ecc passando da molte culture e abitudini diverse.
    Quando una persona capisce questo riesce ad accettare il fatto che a boa non ci sia la pescheria o le altre cazzate che ci vengono in mente. buona continuazione e a presto
    Trattami bene Boavista *questa frase l‘hai sentita anche ieri sera giusto


    doda
    Partecipante

    CIAO RAGAZZI

    CHE INVIDIA !
    io sono tornata da poco dopo 2 settimane a cabo e 5gg a Boa all parque las dunas che meraviglia, che pace !..me ne sono innamorata sia di boa che di sao antao che tutt’un altra cosa…

    purtroppo come singel e poche risorse non ho la possibilita di trasferirmi, ma lo avrei fatto subito..!!

    se qualcuno ha un lavoro da offrimi ci faccio un pensierino..sono attiva nel turismo da parecchio..TO, GUIDA ECC….
    per il momento organizzo i viaggi/pachetti per i gruppi da qua per far conoscere la vera cabo e non solo sal !!

    vi auguro tanto successo e la prossima volta passero a trovarvi..

    ho delle bellissime foto su
    http://groups.msn.com//VIAGGIARESOGNARE/shoebox.msnw

    CIAO E UN ABBRACIO

    se qualcuno passa al parque dunas (non dunas hotel!) portate i miei saluti !

    LA SVIZZEROTTA

    vitaminac
    Partecipante

    Ciao Lopex….leggevo il tuo intervento e sono rimasto un pò perplesso…. non capisco se sia invidia o altro…

    Questo perchè anche io mi trasefrirò a Boa con la mia donna domenica prossima 07/12 per rimanerci a vivere…
    Di sicuro tra qualche mese realizzeremo che non cd’è tutto quello che c’è in Italia o ancor più a Milano (dove vivo) ma se peso che qui lascio:
    1.una città in cui non vedo il sole da 11 giorni!!!!!!! (piove da 10)
    2.dove mi hanno spaccato il vetro della macchina ben 4 volte per rubare
    3. dove impiego 2 ore al mattino ed 1 ora e mezza al sera èper andare e tornatre dall’ufficio
    4.dove per portare il cane a fare i suoi bisogni devo fare slalom tra milioni di cacche di altri cani in 3mq di giardinetto
    5.dove un giorno sì e l’altro pure leggi di violenze, assasini, rapine..
    6.dove se provi a trattare la gente con umana comprensione ti ritrovi quasi sempre con qualcosa nel “didietro”
    7.dove fai fila per partire il wknd e fai fila per tornare la domenica…

    posso andare avanti un’altra mezz’ora…

    Bè io mi sono fatto l’esame di coscienza un milione di volta prima di decidere, ed ogni volta una qualsiasi delle motivazioni che ho sopra elencato mi ha dato forza per dire:” è la scelta giusta”!

    Anche perchè non partiam omica per la guerra…cosa potrà mai mancarci per farci dire…che cazzata che ho fatto??!?!?

    Forse i 30° perenni? o forse il mare turchese, o forse la gente che se non ha niente ti invita a cena? o forse anche il fatto di portare qualcosa di buono per questa gente? magari insegnargli a non trasformare la propria isola in una discarica,o magari insegnargli un lavoro e dare loro l’opportunità di avere una loro piccola attività,
    o addirittura insegnare l’italiano ai loro bambini ed imparare il kriol da loro…per me ce ne sono centinaia di cose semplici che possono arrichiere loro e noi…tutto stà in quello che si cerca fuoir casa.
    Un pò come gli italiani che cercano la cotoletta e gli spaghetti in germania o in america e quando la trovano dicono “qua si mangia da schifo!!”…..prova a mangiare i loro cibo..magari è ottimo!

    Con simpatia.

    Leonard

    Anonimo

    Caro Leonard,
    credo che tu abbia frainteso Lopex, non credo si tratti di invidia, e capisco quello che intendeva dire. Conosco un po’ di persone che si sono trasferite e, non dico che si sono pentite della loro scelta (anche perche’ si puo’ sempre tornare indietro), ma non e’ cosi’ semplice come puo’ sembrare. Tutto qui.

    Vorrei pero’ che tu riflettessi su una cosa che hai detto: “insegnamogli a …..” etc.etc. …… sei cosi’ sicuro che loro vogliano imparare? Chiediamoglielo prima di andare e decidere per loro cosa e’ meglio e cosa no. In fondo, stiamo andando a casa loro, in un paese dove, per troppi anni, i bianchi gli hanno detto cosa fare! Forse bisogna adeguarsi al loro modo di vivere, accettandone i pregi ed i difetti ….. perche’ dobbiamo cambiarli? per renderli simili alla nostra societa’ da cui – poi – stiamo fuggendo? Pensiamoci.

    Buona fortuna
    Mariangela

    vitaminac
    Partecipante

    bè non ho parlato di insegnargli il capitalismo, ho parlato di insegnargli che se 10 anni fà buttavano in giro la loro immondizia e la stessa si “dissolveva” in poco tempo essendo tutto biodegradabile (non penso che fino a 10 fà ci fossero decine e decine di prodotti in bottiglia di plastica) oggi non possono usare lo stesso metodo con i pannolini, le lattine, le bottiglie di vetro etc perchè altrimenti in altri 10 anni se ne dovranno andare pure loro per la monnezza che ci sarà.

    Altra cosa che ho nomianto ” nell’isegnare” è la nostra lingua a loro e la loro a noi, per capirsi e per interagire al meglio.

    Ti dirò che nella settimana che sono stato lì, ho avuto la fortuna di vivere con loro, (il falegname, il muratore, l’elettricista, il barbiere, il commercialista) e tutti erano “avidi” di suggerimenti da parte di noi europei perchè vedono che sappiamo fare meglio (ma solo perchè abbiamo più esperienza non perchè siamo migliori) quindi magari anche loro volgiono migliorarsi….

    …non condivido troppo l’idea del “lasciamoli così che campano bene”….allora il desalinizzatore impiantato nel porto di boavista che dà acqua a Sal rei e che è stato impiantato da un italiano cos’è un abuso??…secondo loro non direi proprio!!!!

    Tutto stà nel modo in cui si fanno le cose, non vediamo sempre e solo il buono assoluto e il brutto assoluto…

    Sempre con simpatia
    Leonard

    makena
    Partecipante

    Vi scrivo da un posto dove adesso fanno il bagno nell’oceano, dove le immense spiaggie bianche sono frequentate solo da uccelli mai visti e tartarughe marine, e che le uniche tracce che trovi sono le tue.
    Che posto meraviglioso.
    Sono andato a CapoVerde e precisamente nell’isola di Boa Vista, me ne sono subito innamorato e ho fatto “la pazzia” :… ho appena rilevato un bar ristorante e affittato un’appartamento enorme con vista sul mare.
    Sono impazzito??? Forse ma mi sento veramente bene.
    Vado a pesca ogni giorno il mare e’ caldissimo e le onde ti fanno volare sul surf.
    La gente e’ super genuina anche se un po’ povera, i bambini giocano liberi per la cittadina di Sal Rei tra le pochissime strade e le bottiglie rotte, ma gridano felici piu’ dei nostri.
    Volevo comunicare a tutti la mia felicita’ e perche’ no, se passate di qua’ venite a trovarmi ci faremmo una birra assieme.
    Roby Presso l’Hot Dog Cafe’- Sal Rei-Boa Vista
    P.S. mi manca il pane … se ci sarebbe un panettiere serio in questa citta’ …

    makena

    makena
    Partecipante

    Ciao Roby,
    ti scrivo da Genova, sono appena rientrata da Sal.
    Tornerò giu a gennaio. La mia intenzione è di avere notizie in merito alla burocrazia caboverdiana per l’apertura di una attività..
    tu cosa hai dovuto fare per riuscirci?
    Come hai fatto a portare giu le tue cose?
    Ti è costato molto?
    Spero tu possa aiutarmi.
    Grazie

    makena

    Anonimo

    Io ho estremizzato un po’ per rendere meglio il concetto, cosi’ come credo (spero) che abbia fatto tu con “lasciamoli cosi’ che campano bene” perche’ non era esattamente questo che volevo dire.

    La mia idea e’ quella di rispettare un paese dove siamo ospiti.

    E’ bene dare dei consigli ma spetta solo ed esclusivamente a loro decidere, anche se poi cosi’ sara’ conoscendo i capoverdiani …..

    bazofa
    Partecipante

    ciao vitaminaC,gia’ mi conosci,vivo a Boa da parecchi anni e mi deve essere consentito di intervenire su un’argomento cosi’ delicato,probabilmente hai frainteso Lopex,sono certa che ha parlato con il cuore in mano,certo non con invidia,Mariangela e’ sicuramente una delle persone piu’ oneste e corrette che intervengono nel forum,e ti assicuro non stavano assolutamente scherzando nel valutare le cose,avro’ il piacere di conoscerti personalmente,sempre se tu ne avrai voglia,la nostra comunita’ in Boa infelicemente non e’ propio cosi’ unita,non vedo l’ora di conoscerti,avremo modo di aiutarci a vicenda…a presto Bazofa

    p.s. TI VOGLIO BENE LOPEX
    COMPLIMENTI MARIANGELA UN’INTERVENTO SPETTACOLO

    pallino
    Partecipante

    bello bello…questo argomento….belli gli interventi belle le vibrazioni….. 🙂
    bravo roby66 e bravo vitaminaC
    siceramente passerò a trovarvi fine gennaio o febbraio al massimo
    mi sto organizzando per il mio primo viaggio a cabo vorrei girare un pò tra le isole,un paio di mesi per sentire che aria si respira,vedere come si sta,capire se è casa mia…Como non lo è!di certo…
    caro vitaminaC le tue motivazioni sono le stesse mie che mi spingono a desiderare un luogo diverso,una società diversa dove poter metter un pantaloncino,due sandali e una t-shirt,cavalcare qualche sana onda,conoscere gente sana nello spirito
    sarò curioso di sentire le vostre parole fra qualche mese conscio che magari non è tutto oro
    chiaro che se i problemi sono non avere gli shop,o la corrente sempre,o l’acqua clorata a iosa dal rubinetto…PROBLEMI?
    beh una delle esperienze più belle della mia vita è stato stare nel nord dell’india…0 corrente,0 rubinetti..ma anche 0 porte…nessun ladro…nessun raggiratore
    chissà come sarà quasi quasi vengo a provà!!!

    P.S.
    se guardi tutto non parti più ascolta il cuore e niente più 🙂

    PEACE&LOVE

    pallino
    Partecipante

    X DODA
    ho visto le tue foto di cabo
    molto bello il bungalow a boavista mi diresti come si chiama e quanto vale in termini di costi?
    grazie
    ciao ciao

    Anonimo

    Vi scrivo da un posto dove adesso fanno il bagno nell’oceano, dove le immense spiaggie bianche sono frequentate solo da uccelli mai visti e tartarughe marine, e che le uniche tracce che trovi sono le tue.
    Che posto meraviglioso.
    Sono andato a CapoVerde e precisamente nell’isola di Boa Vista, me ne sono subito innamorato e ho fatto “la pazzia” :… ho appena rilevato un bar ristorante e affittato un’appartamento enorme con vista sul mare.
    Sono impazzito??? Forse ma mi sento veramente bene.
    Vado a pesca ogni giorno il mare e’ caldissimo e le onde ti fanno volare sul surf.
    La gente e’ super genuina anche se un po’ povera, i bambini giocano liberi per la cittadina di Sal Rei tra le pochissime strade e le bottiglie rotte, ma gridano felici piu’ dei nostri.
    Volevo comunicare a tutti la mia felicita’ e perche’ no, se passate di qua’ venite a trovarmi ci faremmo una birra assieme.
    Roby Presso l’Hot Dog Cafe’- Sal Rei-Boa Vista
    P.S. mi manca il pane … se ci sarebbe un panettiere serio in questa citta’ …

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 72 totali)

Il forum ‘Racconti/esperienze/storie’ è chiuso a nuove discussioni e risposte.